NEWS

COMUNICATO STAMPA FONDO DI SOSTEGNO ALLE ATTIVITÀ ECONOMICHE, ARTIGIANALI E COMMERCIALI DELLE AREE INTERNE

Lo scorso 4 dicembre 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto recante ''Ripartizione, termini, modalità di accesso e rendicontazione dei contributi ai Comuni delle Aree Interne, a valere sul Fondo di sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022'' con cui sono assegnati 210 milioni alle imprese di 3.101 Comuni italiani.
 Immagine:

Confcommercio Imprese per l'Italia di Cuneo-Ceva-Mondovì-Saluzzo, CNA Associazione Territoriale di Cuneo e l'Associazione Autonoma Panificatori di Cuneo, plaudono all'iniziativa prevista in un momento in cui la pandemia in atto ha messo a dura prova, tra le altre, le imprese della ristorazione, commerciali ed artigianali interessate dal provvedimento. 
Il Covid-19 ha altresì portato all'attenzione del Paese quelle aree, lontane dai centri urbani e dai relativi servizi, dove l'esercizio di attività imprenditoriali è più difficoltoso a causa della minuta consistenza demografica, dei vincoli geomorfologici e del divario digitale. Aree in cui la presenza di aziende è sempre più esigua e pertanto fondamentale nel garantire anche una funzione di presidio e servizio di pubblico interesse (si pensi all'attività degli esercizi di somministrazione e dei negozi di alimentari in proposito). 
Le tre organizzazioni datoriali, al fine di favorire l'impiego ottimale delle risorse in oggetto, si rendono sin d'ora disponibile ad un confronto con i Comuni interessati dal finanziamento per definire, in base alle caratteristiche dei differenti contesti territoriali omogenei, gli indirizzi e i criteri dei bandi per l'erogazione delle risorse, fermo restando l'auspicio che l'impostazione, "a maglie larghe", del Dpcm, non venga meno, obbligando le aziende ad elaborate istanze di richiesta dei contributi assegnati. 
Ciò nondimeno si ritiene importante il riconoscimento di priorità per quelle imprese che garantiscono la presenza delle loro attività sul territorio, durante tutto l'anno, che hanno saputo innovare la propria offerta e i propri prodotti, che operano in rete e contribuiscono anche all'erogazione di servizi di pubblica utilità, o ancora impegnate nell'esercizio di attività tipiche del territorio.  
"Il rilancio delle aree interne delle nostre vallate è un'opportunità reale per tutto il cuneese", dichiara il Presidente Confcommercio Cuneo Luca Chiapella. "Ancor più in questo eccezionale periodo, riteniamo che investire nei territori "ai margini" con azioni innovative, sia un segnale forte di rilancio. Con questa azione vorremo offrire alle Amministrazioni dei piccoli comuni interessati il nostro contributo in termini di esperienza e supporto organizzativo per sostenere da subito le imprese commerciali e artigianali perché solo garantendo il lavoro si può assicurare un futuro alle comunità". Sulla stessa linea Carlo Comino, presidente Confcommercio Mondovì, "Abbiamo da subito riconosciuto la valenza strategica di un'operazione in rete con le Amministrazione Comunali" così Domenico Pera, presidente Confcommercio Ceva "crediamo che la progettazione condivisa fra comuni e imprese, sia l'unica strada per individuare nuove prospettive di sviluppo"; conclude Danilo Rinaudo, presidente Confcommercio Saluzzo "L'obiettivo condiviso è promuovere la crescita e l'occupazione in questi territori, per dare futuro e sostegno alle attività economiche, artigianali e commerciali a servizio delle popolazioni rurali e motore dello sviluppo turistico di tutto il territorio."   
Il Presidente dell'Associazione Autonoma Panificatori della Provincia di Cuneo a tal proposito dichiara: "Noi panificatori siamo favorevoli e plaudiamo a quest'iniziativa, non tanto perché cambierà le sorti economiche delle aziende che, con grandi difficoltà, forniscono un servizio anche sociale alle piccole comunità, ma perché si tratta di un gesto che moralmente le solleva, dando loro la sensazione di non essere completamente dimenticate!" 
"La situazione che si sta vivendo in questo periodo di pandemia ha ulteriormente aggravato la situazione economica sofferta nelle aree più distanti dai centri urbani di rilievo dove i servizi a disposizione delle imprese determinano gravi difficoltà nell'insediamento e sviluppo delle attività; i limiti infrastrutturali del territorio ed il divario digitale conseguente - dichiara Mauro Carlevaris Presidente di Cna Cuneo -  limitano l'operatività delle aziende al servizio dei cittadini e delle imprese; diventa così essenziale garantire la funzione di tutti i presidi essenziali per il territorio per poter combattere la desertificazione sociale ed economica che si delineerebbe in queste aree se le cose non cambiassero". 
Condividi su:
Condividi su FB
Condividi su Google+
Condividi su LinkedIn
Condividi su Twitter
23-12-2020


Le sedi CNA in provincia

Segr. Provinciale:
BORGO SAN DALMAZZO
Via Cuneo 52/I
Tel. 0171/265536 Fax 0171/268261

Uffici territoriali:

MONDOVI’
Via Pietro del Vecchio 10
Tel. 0171/265536 - Fax 0171/268261
SAVIGLIANO
Via Torino 90
Tel e Fax 0172/33632
BRA
Via Cavour, 11
/images/slide/img_17.jpg /images/slide/img_18.jpg